Il prestigioso premio della Fai-CISL La Bocca della Verita alla Societa Agricola F.lli Cassese s.s.

Pubblicato il 22 Giu 2005 in Comunicati Stampa e News

La Società Agricola F.lli Cassese s.s., durante il 3° Congresso Nazionale della Fai-CISL svoltosi a Merano dal 14 al 17 giugno, ha ricevuto il premio “La Bocca della Verità”, alla sua prima edizione. La Fai-CISL ha istituito il premio nazionale per segnalare quelle esperienze aziendali che si sono distinte per coerenza e responsabilità sociale ed etica nell’agro-alimentare e nell’ambiente. La Società Agricola F.lli Cassese s.s. è stata l’unica azienda pugliese a ricevere il premio. Per comprendere l’importanza dell’evento che ha visto protagonista l’azienda agricola tarantina, basta dire che le altre aziende premiate nel corso della serata celebrativa erano tutti colossi dell’economia nazionale ed internazionale del calibro di Barilla, Parmalat, S. Benedetto, Latteria Soresina, Conserve Italia, Palmera, Heineken Italia, Consorzio Melinda. Motivazione del premio: “Per la valorizzazione del legame tra la filera Agroalimentare e la cultura del Territorio”. Dal palco della premiazione Aldo Cassese, amministratore della società, ha voluto ringraziare le delegazioni provinciali e regionali della Fai-CISL che hanno sicuramente avuto un ruolo determinante nella scelta delle aziende da proporre per il prestigioso premio. Il dott. Gianpaolo Cassese, invece, ha voluto dedicare il riconoscimento all’intero territorio tarantino dichiarando anche che “Siamo orgogliosi che la nostra azienda abbia contribuito a dare visibilità a Taranto e alla sua provincia. Questo premio è giunto a circa un mese da un’altra iniziativa che ci vede protagonisti al fianco della Coldiretti di Taranto, il Mercato degli Agricoltori di C. Umberto, primo mercato in Italia dove i consumatori possono acquistare direttamente dai produttori. Il Farmer Market ha fatto molto parlare numerosi organi di stampa nazionali ed internazionali a tutto vantaggio della promozione del territorio e chissà che non abbia anche influito positivamente nelle scelte della giuria della Fai-Cisl”.
Un bel traguardo quello raggiunto dall’azienda dei fratelli Aldo, Angelo ed Anna Cassese, che sorge in agro di Crispiano e che ha sede sociale a Grottaglie. La Masseria del Duca dei Fratelli Cassese si estende su circa 400 ettari ed è caratterizzata da una verde collina, ricoperta da pascoli, macchia mediterranea e boschi, che fa da culla ad una lussureggiante pianura in cui trovano posto oltre 30.000 piante d’ulivo dall’aspetto maestoso e scultoreo. La Masseria del Duca ha un’epoca di costruzione che oscilla tra il XV ed il XIX secolo. Lo sviluppo che i fratelli Cassese hanno imposto in questi ultimi anni ha probabilmente pochi precedenti. Un’attenta e scrupolosa gestione, un lavoro duro non privo di sacrifici, un innato amore per l’agricoltura ed anche un pizzico di fortuna, hanno permesso a questi dinamici imprenditori pugliesi di creare un’azienda agricola tra le più importanti del Mezzogiorno d’Italia che spazia dalla produzione e imbottigliamento di olio extra vergine di oliva, alla produzione di circa 100.000 uova giornaliere, alla trasformazione del latte in prodotti caseari. Un’azienda esemplare il cui impegno è stato già premiato nel corso del 2001 dalla Camera di Commercio con la medaglia d’oro del premio “Nicola Resta”.


Vai alla barra degli strumenti