Olio

L’olio inMasseria nasce solo dalle olive coltivate nell’uliveto secolare della Masseria del Duca. Un uliveto che si estende per circa 200 ettari con oltre 40.000 ulivi dall’aspetto scultoreo. Ulivi autoctoni, delle varietà leccino, olearola, frantoio e coratina coltivati lì da oltre tre secoli. Mai chilometro zero è stato più concreto. La trasformazione delle olive nello stesso luogo di produzione. E se è vero che per ottenere un extra vergine di qualità occorre trasformare le olive entro le 24 ore dalla raccolta, nella Masseria del Duca le olive vengono molite quasi contemporaneamente alla stessa.
La molitura delle olive avviene a freddo, ad una temperatura di circa 27 °C. Meno resa di prodotto ma qualità organolettiche eccezionali. Colore verde dorato, profumo fruttato, gusto dolce e intenso. Qualità che vanno protette dalla luce con l’uso rigoroso di bottiglie scure e dall’ossidazione con le bottiglie che prima di essere sigillate dal tappo, ricevono uno spruzzo di azoto che crea le condizioni del sottovuoto. Così facendo, nel tempo, la qualità del prodotto resta invariata. Un’attenzione maniacale verso il prodotto nell’interesse del consumatore finale.
Ma è nella salvaguardia dell’ambiente che quest’attenzione trova la sua massima espressione. Prima con l’eliminazione di imballaggi superflui e privilegiando esclusivamente materiali riciclabili o riutilizzabili. Poi con l’adozione di un innovativo metodo di produzione che rende nullo l’impatto ambientale, generalmente importante in questo tipo di lavorazioni, soprattutto per la presenza di scarti come la sansa o le acque di vegetazione, potenzialmente inquinanti.
Presso la Masseria del Duca è stato così realizzato il primo impianto di biogas di un’azienda agricola in Puglia, totalmente alimentato da sottoprodotti aziendali. Attraverso una naturale fermentazione anaerobica, gli scarti di lavorazione contribuiscono a creare gas per la produzione di energia elettrica che copre il fabbisogno aziendale e che viene ceduta alla rete a beneficio di numerose famiglie. Anche l’energia termica necessaria a riscaldare gli ambienti in un periodo di lavorazione tipicamente invernale, viene fornita dal medesimo impianto. Questo ciclo virtuoso che azzera gli scarti, si perfeziona fornendo come unico residuo un eccezionale concime organico, inodore e stabile, utile alla coltivazione dell’uliveto, sempre generoso a fornire i suoi frutti.
Queste caratterisiche fanno dell’olio inMasseria il primo extra vergine di oliva al mondo 100% sostenibile!